AITF

La pensione agli invalidi civili

In seguito all'entrata in vigore del decreto legislativo n.112 del 31 marzo 1998, l'Inps eroga prestazioni di natura assistenziale (pensioni, assegni e indennità) agli invalidi civili totali e parziali, ai ciechi e ai sordomuti, che non hanno redditi personali o, se ne hanno, sono di modesto importo.


IL RICONOSCIMENTO

Il riconoscimento dell'invalidità civile spetta all'INPS, che verificano i requisiti sanitari tramite le commissioni mediche istituite presso le aziende sanitarie locali (ASL).
Per l'attribuzione della pensione agli invalidi civili vengono presi in considerazione soltanto i redditi personali del richiedente.

I LIMITI DI REDDITO

Limite reddito invalidi civili

 

Tipo di prestazione

Limite di reddito personale annuo

Importo mensile

 invalidi civili

 Assegno di assistenza

€ 4.805,19

 € 279,75

 invalidi civili

 Indennità di frequenza minori

€ 4.805,19

€ 279,75

 invalidi civili

 Pensione di inabilità

€ 16.532,10

€ 279,75

 invalidi civili

 Indennità di accompagnamento

senza limite

€ 508,55

 sordomuti

 Pensione

€ 16.532,10

€ 279,75

 sordomuti

 Indennità di comunicazione

senza limite

€ 253,26

 ciechi civili

 Pensione ciechi assoluti (*)

€ 16.532,10

€ 302,53

 ciechi civili

 Pensione ciechi parziali:
 assegno decimisti

€ 7.948,19

€ 203,15

 ciechi civili

 Pensione ventesimisti

€ 16.532,10

€ 279,75

 ciechi civili

 Indennità ventesimisti

senza limite

€ 207,62

 ciechi civili

 Indennità di accompagnamento

senza limite

€ 880,70

* Se il cieco è ricoverato, la pensione è di € 246,73.

LA DOMANDA

La domanda (su modulo rilasciato dall' INPS) per ottenere le pensioni e gli assegni per gli invalidi civili, ciechi civili e sordomuti deve essere presentata all'INPS con il PIN personale , oppure può essere presentata tramite i Patronati che, per legge, offrono assistenza gratuita.
Alla domanda deve essere allegato il certificato del medico curante. (telematico).