AITF

Attivazione servizio di registrazione presso gli uffici anagrafici dei Comuni della “dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti”

Simona

Pubblicato: il 03 marzo 2017

Al Presidente
del Consiglio regionale
Mauro LAUS
SEDE


MOZIONE
ai sensi dell’articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell\'articolo 102 del Regolamento interno trattazione in Aula 1 trattazione in Commissione 0


Oggetto: Attivazione servizio di registrazione presso gli uffici anagrafici dei Comuni della \"dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti\"

PREMESSO che il trapianto di organi e tessuti può risultare una efficace terapia per curare alcune gravi malattie che colpiscono il corpo umano, la cui cura non è possibile in altro modo, oltre ad essere un gesto di civiltà e di rispetto per la vita altrui;

PRESO ATTO della legge 91/1999 \"Disposizioni in materia di prelievi e di trapianti di organi e di tessuti\"; del D.L. 194/2009, convertito dalla legge 25/2010, del D.L. 69/2013, convertito dalla legge 98/2013, della circolare ministeriale del 29/7/2015 \"Linee guida per l\'applicazione dell\'art. 3, comma 8-bis, del D.L. 194/2009, convertito, con modificazioni, dalla legge 25/2010, successivamente convertito, con modificazioni, dalla legge 98/2013, riguardanti la possibilità che la carta d\'identità possa contenere il consenso o il diniego alla donazione degli organi e tessuti in caso di morte\", del progetto \"Una scelta in Comune\" nelle cui linee-guida sono riassunte le procedure per attivare il servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti al momento del rilascio o rinnovo della carta d\'identità, attivabili da tutti i Comuni interessati;

TENUTO CONTO che nel nostro Paese per la manifestazione della volontà di donare vige il principio del consenso o del dissenso esplicito ed il \"silenzio-assenso\" non ha mai trovato attuazione;

APPURATO che in tutto il Piemonte solo 188 Comuni hanno provveduto ad attivare le procedure previste dalle norme nazionali, presso le proprie anagrafi;

RILEVATO che a tutti i cittadini maggiorenni è offerta la possibilità, non l\'obbligo, di dichiarare la propria volontà in materia di donazione di organi e tessuti dopo la morte, attraverso la dichiarazione di volontà espressa presso gli uffici anagrafe dei propri Comuni

il Consiglio regionale
impegna la Giunta regionale

• ad adottare ogni iniziativa utile al fine di dare attuazione alla normativa nazionale, incentivando i Comuni ad attivare presso i propri uffici anagrafici il servizi di raccolta e registrazione delle dichiarazione di volontà su donazione di organi e tessuti, comprese le fasi di interconnessione tra il sistema informatico dell\'anagrafe e il Sistema Informativo Trapianti (SIT), il database del Centro Nazionale Trapianti che raccoglie tutte le espressioni di volontà.

Francesco GRAGLIA (1° firmatario)

 

 

File allegati: